I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visualizza la nostra cookie policy.

Prime assolute, almeno per la scena per il Met, della “Rodelinda” di Haendel e del “Cyrano de Bergerac” di Franco Alfano; nuove produzioni de “"Die Zauberflöte" e di "Faust". Questi significativi biglietti da visita fanno da apripista alla stagione 2004/2005 del Metropolitan Opera di New York a firma di Joseph Volpe, general manager, e di James Levine, direttore artistico. La prima compagnia di "Rodelinda" (che debutta il 2 dicembre) prevede Renée Fleming nel title role, Stephanie Blythe (Eduige), David Daniels (Bertarido), Bejun Mehta (Unulfo), Kobie van Rensburg al suo debutto al Met (Grimoaldo), e John Relyea come Garibaldo. Lo spettacolo è siglato da Harry Bicket (direttore), Stephen Wadsworth (regia), Thomas Lynch (scene), Martin Pakledinaz (costumi), and Peter Kaczorowski (luci). Plácido Domingo sarà il protagonista del "Cyrano de Bergerac" il 13 maggio, con Sondra Radvanovsky (Roxane), Raymond Very (Christian), Anthony Michaels-Moore (de Guiche), Roberto de Candia (Ragueneau), sul podio Marco Armiliato. "Cyrano de Bergerac" è coprodotto dalla Royal Opera House, Covent Garden, per la regia di Francesca Zambello, scene di Peter Davison, costumi di Anita Yavich, luci di Natasha Katz al suo debutto al Met. L’opera verrà eseguita nella sua versione in francese, piuttosto che nella versione tradotta nel 1936 per la prima di Roma. Julie Taymor fa il suo debutto al Met curando la regia del nuovo "Die Zauberflöte” (8 ottobre). James Levine dirige un cast che include Dorothea Röschmann (Pamina), L'ubica Vargicová (Regina della Notte), Matthew Polenzani (Tamino), Matthias Goerne (Papageno), Julien Robbins (voce), e Kwangchul Youn (che debutta Sarastro al Met).

La Taymor sigla anche il suo debutto quale costumista, accanto alle scene di George Tsypin, e le luci di Donald Holder. James Levine dirige anche la nuova produzione di "Faust" (21 aprile) con Roberto Alagna nel title role, Soile Isokoski (Marguerite), Kristine Jepson (Siébel), Dmitri Hvorostovsky (Valentin), e René Pape (Méphistophélès). Regia di Elijah Moshinsky con scene di Michael Yeargan e luci di Duane Schuler. L’apertura di stagione, comunque, avverrà il 20 settembre con “Otello” di Verdi, in cui per la prima volta si ascolterà Ben Heppner nel ruolo del Moro di Venezia accanto alla rodata Desdemona di Barbara Frittoli e lo Iago di Carlo Guelfi; sul podio James Levine. "I Vespri Siciliani" apparvero al Met l’ultima volta nella stagione 1981/82, e ritornano dopo un lungo intervallo, l’8 novembre; la produzione di John Dexter, che risale al 1975, sarà diretta da Marcello Viotti, con Sondra Radvanovsky (Elena), Francisco Casanova (Arrigo), Leo Nucci (Monforte), e Samuel Ramey (Procida). Valery Gergiev, principale direttore ospite, dirigerà il suo primo "Die Walküre" al Met il 25 settembre) con Olga Sergeeva (Brünnhilde), Katarina Dalayman (Sieglinde), Yvonne Naef (Fricka), Plácido Domingo (Siegmund), Vladimir Vaneev (Wotan), e Stephen Milling (Hunding). Diverse riprese nel corso della stagione includono la mozartiana "La Clemenza di Tito" (la cui ultima apparizione sulle scene del Met risale alla stagione 1997-98) diretta da James Levine, con Heidi Grant Murphy (Servilia), Melanie Diener (Vitellia), Anne Sofie von Otter (Sesto), Frank Lopardo (Tito), e Sarah Connolly e Luca Pisaroni al loro debutto come Annio e Publio. Levine dirige anche il "Pelléas et Mélisande" di Debussy con William Burden, Anne Sofie von Otter, Felicity Palmer, José van Dam, Roberto Scandiuzzi; e "Carmen" con Olga Borodina e Neil Shicoff , dirige Levine (ma per alcune recite dirigerà Domingo).

I 150 anni dalla nascita di Leo_ Janácek saranno ricordati con la ripresa della "Kát'a Kabanová” cantata da Karita Mattila, con Magdalena Kozená, Judith Forst, Jorma Silvasti, Chris Merritt , Vladimir Ognovenko, e Jirí Belohlávek al suo debutto sul podio del Met. Ritorna il "Tannhäuser" dalla stagione1996-97 con Peter Seiffert nel suo debutto al Met nel title role. Mark Elder conduce quest’opera per la prima volta al Met con Deborah Voigt (Elisabeth), Michelle DeYoung (Venus), Thomas Hampson (Wolfram) e Kurt Moll. I tenori José Cura e Salvatore Licitra ritornano al Met; Cura, che debuttò sulle scene newyorchesi nel 1999) si ascolterà in un "Samson et Dalila" (con Denyce Graves quale Dalila e diretto da Bertrand de Billy), mentre Licitra riprenderà il Cavaradossi (del suo debutto 2002) in "Tosca" accanto a Maria Guleghina/Sylvie Valayre/Aprile Millo, diretto da James Conlon. Nella ripresa del "Der Rosenkavalier" Susan Graham ritorna al ruolo di Octavian con Angela Denoke come Marschallin e Donald Runnicles sul podio; il cantante italiano sarà Giuseppe Sabbatini. Tra i tanti artisti che faranno il loro debutto durante la prossima stagione ci sarannoAmbrogio Maestri come Amonasro e Giacomo Prestia come Ramfis in "Aida"; Franco Vassallo quale Figaro e Carlos Chausson in Dr. Bartolo ne "Il Barbiere di Siviglia"; Luciana D'Intino (Eboli) e Fabio Luisi nel "Don Carlo"; Tamar Iveri (Donna Anna), Adina Nitescu (Donna Elvira), e Jonathan Lemalu (Masetto) in "Don Giovanni"; e Emmanuel Villaume che dirigerà "Madama Butterfly." Nel corso della stagione si ascolteranno ancora Marcello Giordani (Cavaradossi) in "Tosca," Andrea Gruber come Turandot e Johan Botha come Calàf , Dolora Zajick come Amneris, la “rivelazione” Anna Netrebko quale Musetta, Irina Mishura ancora in Amneris e protagonista della "Carmen"; Dennis Russell Davies dirigerà l’accoppiata "Cavalleria Rusticana"/"Pagliacci"; Daniela Dessì sarà Nedda, mentre Ramón Vargas interpreterà Hoffmann ne "Les Contes d'Hoffmann," and Maria Guleghina sarà Abigaille in "Nabucco" protagonista in "Tosca."

Louis Halphan